Notturno sul mare
1 / 4 ◄   ► ◄  1 / 4  ► pause play enlarge slideshow
Notturno sul mare


Notturno sul mare
2 / 4 ◄   ► ◄  2 / 4  ► pause play enlarge slideshow
Notturno sul mare
Notturno sul mare
3 / 4 ◄   ► ◄  3 / 4  ► pause play enlarge slideshow
Notturno sul mare
Albania
4 / 4 ◄   ► ◄  4 / 4  ► pause play enlarge slideshow
Albania


Questa immagine è ispirata dalla poesia "Albania" di Giorgio Caproni.

La mostra "Scatti di Poesia" ha presentato foto che dialogano con testi poetici tutti dedicati alla Puglia.
Gli autori, tra cui Nicolai Ciannamea, sono stai individuati da Lino Angiuli
e Giuseppe Pavone, curatori del Centro Ricerche per la Fotografia Contemporanea.

"Albania" di Giorgio Caproni (Livorno 1912 Roma 1990)

Quanti gabbiani chiari,
bianchi e neri, a Bari!

Sul mare che pullulava
di polpi teneri, urlava
(lungo la palizzata,
freddissima e soleggiata)
il cuore sbigottito
in un silenzio inaudito.

Mio padre era ferito
e solo (a letto) a Bari.
E s'io non muovo un dito
per lui, gli autobus (rari
sul lungomare) umani
avevano di quei gabbiani
gli squittii rotti - a Bari.

Assaporava molluschi
la guardia di finanza:
guardava con gli occhi lustri,
il collo d'una ragazza.

Ma io ero da me via,
e di passaggio, a Bari..
piangevo in quell'albania
di gabbiani - di ali.

Notturni sul mare

da "Il libro dell'inquietudine" di Fernardo Pessoa


"Sono una lastra fotografica impressionabile all'infinito. Ogni dettaglio si stampa mostruosamente dentro di me in un tutto. Mi occupo unicamente di me stesso. Il mondo esteriore è per me sempre una mera sensazione. Non mi dimentico mai del mio sentire."

...sullo stesso balcone, solo un po' più a destra.
loading